Stress Positivo

Stress Positivo

 

Alla fine dell’ultimo post stavo introducendo la differenza tra i due tipi di stress, ovvero il grado di insicurezza.
Ma cosa vuol dire?

In effetti l’idea che esista uno stress positivo potrà suonare strano, ma più spesso di quanto pensiamo noi desideriamo certi stress!
Ma sopratutto amiamo la sensazione di riuscire a dominare il proprio ambiente, certe sfide, la sensazione di “farcela”!
Lo stress è una fonte continua e assolutamente necessaria per il nostro adattamento. Grazie ad esso noi abbiamo sempre maggiori occasioni per imparare e per creare nuove strategie, in particolare quando gli andiamo “incontro” in modo efficace!

Come diceva Seyle
La completa libertà dallo stress è la morte. Contrariamente a quanto si possa pensare, noi non dobbiamo e non possiamo evitare lo stress, ma possiamo andargli incontro in modo efficace traendone vantaggio, imparando di più dai suoi meccanismi, e adattando a esso la nostra filosofia dell’esistenza“. (Selye, 1973).

Quando parliamo di stress positivo, ci riferiamo all’Eustress e ha le seguenti caratteristiche:

  • migliora le nostre prestazioni, favorendo la nostra crescita (professionale, di performance, personale)
  • aumenta le capacità cognitive perché aiuta a concentrarsi sul problema da affrontare.
  • dura poco
  • è fonte sana di motivazione e focalizzazione dell’energia
  • fa parte delle nostre capacità di coping

Per esempio, pensa a quando stavi per iniziare un nuovo lavoro.. sentivi un misto di preoccupazione ed euforia? O quando la futura sposa prepara il suo matrimonio.. anche lì abbiamo una fonte di eustress! Ma anche quando ci stiamo preparando per una gara agonistica, o prepariamo la tesi di laurea, ecc ecc..

La sensazione che deriva da questi avvenimenti è una forte soddisfazione, il nostro accettare la sfida, ci aiuta a orientarci nei nostri impegni programmati, e quella soddisfazione quando “ce l’abbiamo fatta” ha quell’enorme carica con sé proprio grazie all’impegno che abbiamo impiegato… se non ne fossimo stati “stressati” avremo impegnato molte meno energie e motivazione. Rischiando di non raggiungere il nostro obiettivo.

Lo stress, così come i litigi, nella realtà non è proprio il motivo del malessere.. ma è la nostra abilità nel percepirlo e fronteggiarlo che fa la differenza!

Comments are closed.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: